Correre col cane su una spiaggia deserta: benessere per zampe e piedi

 

Sia che abbiate le zampe oppure i piedi, camminare e correre sulla sabbia delle spiagge, specie se deserte, fa bene al corpo e anche alla mente. A noi umani rilassa e riattiva la circolazione, ai cani consente di sbizzarrirsi in corse sfrenate senza pericoli per i loro polpastrelli.

Siete mai stati in una grande spiaggia vuota e spopolata?

Avete mai avuto tutta solo per voi un’infinita distesa di sabbia modellata da nient’altro che il vento?

È un po’ come ritrovarsi in un deserto, ma piatto, senza dune e nemmeno “qualcheduno”, dove correre è una vera goduria per le zampe. Non come quella volta che i miei polpastrelli si sono tutti scorticati per una corsa sulla ghiaia. Qua si può davvero andare veloci come una saetta senza che i polpastrelli ne risentano. Anche i miei padroni si sono tolti le scarpe e hanno camminato sul bagnasciuga a piedi nudi. Questo fatto è stata la prova che non mi sbaglio quasi mai in quanto a sensazioni. Camminare sulla battigia fa bene a tutti, sia a quelli con le zampe sia a quelli con i piedi.

Inoltre il mare è molto generoso e porta a riva infinite sorprese: conchiglie, granchi, bottiglie e pezzi di plastica e migliaia e migliaia di legnetti a portata di lancio. Attenzione però non fiondatevi su tutto ciò che trovate, lo so che la tentazione è molta, ma cercate di concentrarvi solo sul legnetto che di volta in volta vi lanciano i vostri padroni. Solo e unicamente quello è sicuro al 100%.

 

Potrebbe interessarti anche:

Itinerario Lerici. Perché è detta “La perla ... L’itinerario di oggi ci vede protagonisti in uno scenario da favola. Se anche tu ami il mare, la focaccia e i colori variopinti delle case affacciate ...
3 Spiagge del Sud Sardegna a misura di camper Con l'articolo di oggi vi portiamo in 3 spiagge del Sud Sardegna raggiungibili col camper. Una su tutte in particolare ha, secondo noi, una sosta camp...
In camper lungo la più bella e selvaggia spiaggia ... La penisola del Sinis merita sicuramente più di una sosta. Alcune tappe abbiamo avuto la fortuna di viverle intensamente e ve le abbiamo già raccontat...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *