Lasciati ispirare dal viaggio per liberarti dai condizionamenti

Le ispirazioni e le suggestioni più assurde vengono viaggiando. Ne ebbi la prova nei pressi di un appena nato Po, quello che, strada facendo diventa poi, il fiume più lungo d’Italia.

Mi ricordo che nei pressi di Paesana, in provincia di Cuneo, ci stupimmo di come il Po fosse ancora un energico torrente, pulito e limpido. Eravamo abituati a tutt’altra immagine di questo grande fiume e stupidamente non ci aspettavamo di trovare un ruscello cristallino.

Pensai:

I fiumi nascono in alto e poi vanno giù, per tuffarsi, infine, nell’immensità del mare. Raggiungono la libertà, che è sempre, guarda caso, salata. Nel loro tragitto, percorrendo i chilometri, si ingrandiscono e, chissà come, si calmano, come se l’esperienza, strada facendo, li portasse ad essere più tranquilli. La parte brutta della faccenda è che si sporcano e non poco, ma forse quella non è una colpa loro. Cambiano colore e diventano più brutti. Anche il Po, che è il fiume più grande del nostro Paese, nasce arzillo e trasparente. Non eravamo pronti a questa banalità schiaffataci in faccia così. Quando si nasce e si cresce con in testa un’idea o un’immagine ci si resta intrappolati e condizionati, seppure involontariamente, fino a quando non capita di aprire gli occhi. Spesso è il viaggiare che permette di liberarsi dai preconcetti, anche quelli più frivoli riguardanti i fiumi

Paesana fiume PoTempo dopo, sempre in viaggio, arrivammo alla conclusione che tutto sta nella testa. Ciò che vivi e come lo vivi è semplicemente il frutto della tua mente. Basterebbe lavorare sulla mente per cambiare prospettiva e percezione. Basterebbe. Poi non è così facile, liberarsi dai preconcetti, da tutto ciò che ti viene inculcato e che assumi, anche inconsapevolmente, come vero. Che non sia facile non significa che sia impossibile.

Il viaggio è un ottimo metodo per scoprire con i tuoi occhi come stanno le cose. Le interpreterai a modo tuo e la tua mente diventerà sempre più malleabile, meno rigida, più aperta e ricettiva.

Sono tutti piccoli passi verso una felicità che difficilmente trovi nella comodità e sicurezza di casa tua. Almeno io l’ho cercata tantissimo te lo assicuro, ma non l’ho mai trovata se non in giro.

Il fatto di essere aperta alla scoperta mi ha consentito di trovare una strada che mi conducesse il più possibile vicino a un modo di pensare adatto a me. Tuttavia, nel mentre eravamo in viaggio, non mi rendevo perfettamente conto di quanto tutti questi piccoli passi fossero in realtà dei traguardi imprescindibili per riuscire a dare alla fine un senso al viaggio.

Invece, tutto ha avuto un senso fin dall’inizio. Poco per volta qualcosa mi ha condotto passo passo a comprendere parti di me che avevo lasciato contaminare dai condizionamenti esterni. D’altra parte tendiamo a comportarci per imitazione, anche se non vogliamo. Se vediamo che un determinato atteggiamento per qualcun altro è stato fonte di beneficio, eccoci pronti a emularlo nella speranza che funzioni anche per noi.

Ora, trovo che non ci sia niente di male ad avere degli esempi, delle guide o dei punti di riferimento da seguire, purché non ci si dimentichi di ascoltare anche noi stessi.

La mancanza di considerazione nei confronti dei propri istintivi comportamenti, pensieri o semplicemente modi di fare ti fa perdere di vista la tua strada, ti fa dimenticare ciò che davvero è importante per te. E nessun altro, all’infuori di te, saprà dirti davvero cosa è giusto per te, cosa ti serve e cosa ti calza a pennello.

Solo ciascuno di noi può sapere che strada seguire e come percorrerla, ma perché tu possa individuarla è necessario guardare il mondo con occhi nuovi, abbandonando ogni condizionamento, credenza o preconcetto.

Credo che sia difficilissimo liberarsi da ciò che è già stato costruito e impostato per noi, ma da quella volta sulle sponde del Po ho imparato a mettere in discussione qualche pensiero in più.

Cerca anche tu il tuo Po incontaminato, pulito e limpido, ti avvicinerai di più al tuo vero essere.

Potrebbe interessarti anche:

Viaggio in camper ai piedi del Monviso  Paesana è situata ai piedi del Monviso. Vicino al paese c'è una bellissima area sosta camper. Qui, la natura la fa da padrona, mentre il Monvi...
Area sosta camper a Paesana “Un Po di sosta ... Area sosta UN PO DI SOSTA AI PIEDI DEL MONVISO è davvero ai piedi del Re di Pietra, immersa nel verde, è situata in un posto che non può che essere ri...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *