Tuscia in camper: Lubriano e la valle dei calanchi

Meta fuori dai soliti circuiti, eppure paese amico del turismo itinerante, Lubriano è un vero e proprio balcone panoramico su Civita di Bagnoregio e su tutta la Valle dei Calanchi. Non potete perdervi un tale spettacolo.

L’area di sosta

Avvolti dall’oscurità percorriamo la strada che lentamente sale percorrendo le colline coltivate a vite tra Umbria e Lazio. Quando spegniamo il motore del camper siamo nuovamente in Lazio.

L’area di sosta Paime
ci accoglie con sbarra d’accesso e lampioni gialli. Bisogna rivolgersi al vicino bar Puff. La ragazza del bar è da subito gentilissima, ma noi siamo stanchi e posticipiamo i convenevoli a più tardi. Una volta che ci sistemiamo, andiamo al Puff per rilassarci. Nonostante stesse per chiudere, Monia ci accetta di buon grado come suoi ultimi clienti.


L’area di sosta è comunale, ma è data in gestione al bar Puff. La nostra permanenza di qualche giorno in quel di Lubriano è resa così piacevole dalla presenza di questo chiosco, adiacente all’area, curato, accogliente e decisamente comodo.

Lubriano

La mattina ci svegliamo con un gallo che canta in lontananza. Un immenso barbecue ci invita ad andare in paese a comprare il necessario per grigliare. Scopriamo così Lubriano, che non avevamo incluso tra le nostre gite.
Eravamo arrivati con l’intento di vistare solo Civita di Bagnoregio, che da Lubriano dista circa 4 chilometri. Lubriano, invece, merita una passeggiata. È un piccolo paese di 900 abitanti ed è un borgo che meriterebbe maggiore considerazione tra i turisti. Il suo andamento lineare segue il profilo del promontorio tufaceo su cui sorge. La magia di Lubriano è racchiusa tutta nella fantastica vista che solo da qui si può avere su tutta la Valle dei Calanchi e su Civita, la cui notorietà sembra offuscare la bellezza di Lubriano. 

La Via Romea


Attraversiamo la Piazza di San Giovanni Battista, il salotto del paese. Seguiamo le indicazioni della Via Romea e giungiamo tra un’ardita discesa e una salita sudata, alla Sorgente di Rigo con la fontana e il lavatoio. Una volta era questo il luogo di socializzazione, posto 80 metri più in basso dal centro di Lubriano.

 


Nel 1905 l’acqua della fonte venne portata in paese e fatta sgorgare dalla fontana con il putto e il cigno. Seduto ad una panchina di fronte a questa romantica fontana troviamo il prete del paese intento in meditazioni e contemplazioni facilitate dallo splendido paesaggio, che sia apre davanti ai suoi occhi. Ci saluta pacatamente, non vogliamo disturbare le sue riflessioni e anche noi ci mettiamo in silenzio a guardare l’orizzonte.

Vista su Civita di Bagnoregio

Lo sguardo spazia su tutta Civita. Il ponte che la unisce a Bagnoregio da qui sembra un treno impennato con sopra una fila di passeggeri. Si vedono bene i calanchi, rivolti verso sud. Le loro ombre create dalla luce del sole, che inizia a calare, si allungano sulla valle, facendo assomigliare i calanchi a bianche lame taglienti. È il tufo che si sgretola, imperterrito. Il sole rende il terreno arido, apre crepe che poi l’acqua apre, assottigliando rocce e paesi, come Lubriano, come Civita.

La grigliata

Sulla via di ritorno compriamo carne e verdura nei negozi del paese. Il giorno seguente ne facciamo una grigliata in compagnia di altri camperisti conosciuti al momento di accendere la legna e fare la brace.

 L’area di sosta Paime sembra essere nata appositamente per agevolare queste tavolate, punto di incontro tra camperisti e le loro storie. Tutt’intorno a noi si estende il parco dove i bambini hanno a disposizione giochi, altalene e scivoli. Due alberi di mele ci offrono i loro frutti. L’aria è tiepida, il sole gioca a nascondino con le nuvole. Sul finire di questa bella giornata, il bar Puff ci attende per l’aperitivo della sera, mentre poco lontano Civita ci aspetta per il giorno successivo.

 

INDIRIZZO DELLA
NOSTRA SOSTA
Lubriano, Piazza Paime 2; coordinate GPS 42.63483, 12.10458
(descrizione e prezzi sulla nostra mappa).
PERIODO DELLA VISITAOttobre 2018
COSA FARE E
PUNTI D’INTERESSE
Passeggiata lungo la Via Romea
Sorgente di Rigo
Terrazza panoramica su Civita di Bagnoregio e la Valle dei Calanchi
Grigliata
PERCHE’ SI’ Per la vista panoramica eccezionale sulla più nota Civita

 

 

Potrebbe interessarti anche:

In camper a Cuneo, una città ospitale amica dei ca...   Cuneo è una città che stupisce in fatto di accoglienza dei turisti, anche camperisti, e cura dell'ambiente. L'area sosta camper è, infatti, ne...
In camper alla cascata del Toce in Val Formazza   La nostra visita alla cascata del Toce parte dall'area camper attrezzata con tanto di idromassaggio. La cascata del Toce è immensa e ha anche ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *